martedì 23 agosto 2016

Recensione: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine - Ransom Riggs

Buon pomeriggio, lettori!

Oggi vi porto la recensione di un libro che ho letto il mese scorso ma di cui ancora non vi avevo parlato. Si tratta di La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, di Ransom Riggs, che avevo letto insieme ad altre ragazze della blogosfera. Era in TBR già da un po', dato che mi aveva incuriosito con il trailer dell'adattamento cinematografico diretto da Tim Burton, che uscirà il mese prossimo. In realtà il film sembra una cosa totalmente differente dal libro, ma ho fiducia nel regista!



Titolo: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine
Autore: Ransom Riggs
Editore: Rizzoli
Anno: 2011

Pagine: 383
Cartaceo: 18€
eBook: 9,99€

Rating: ★★★★

Trama: Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi?



Il prologo si apre su uno spaccato dell'infanzia di Jacob, il protagonista della nostra storia, a cui il nonno sta mostrando le foto dei bambini con cui viveva in un isolotto al largo del Galles, durante la seconda guerra mondiale. I bambini ritratti non sono normali: c'è chi levita e chi solleva massi più grandi di sè, chi è invisibile e chi convive con uno sciame di api nella pancia. Sono gli Speciali, esseri umani con degli strani poteri, costretti a nascondersi per sopravvivere. Sono inseguiti dai Mostri, i Vacui, e vivono rinchiusi in un anello temporale, dove un certo periodo di tempo si ripete all'infinito. Dopo la morte di suo nonno in un misterioso incidente, Jacob parte per il Galles, in cerca della verità sul conto del nonno e incappa in questo mondo straordinario, fatto di falchi che fumano la pipa e bambini speciali.

"Mi ero appena rassegnato a un’esistenza noiosa, quando iniziarono a succedere cose straordinarie. La prima fu davvero traumatica. E come tutto ciò che ti cambia per sempre, spaccò la mia vita in due metà: il Prima e il Dopo. Anche questo, al pari di molti altri eventi incredibili che sarebbero accaduti in seguito, aveva a che fare con mio nonno, Abraham Portman."

Non so cosa altro raccontarvi della trama senza svelarvi i dettagli che rendono speciale questo libro,
anzi, forse vi ho già detto fin troppo. È pieno di colpi di scena che non ti fanno mettere giù il libro neanche per un secondo, soprattutto nella parte finale, in cui si concentra l'azione. È un romanzo dalle sfumature gotiche che mi hanno ricordato un po' Lemony Snicket, pieno di suspense e avventura. È un fantasy pieno di mistero che ti prende completamente, coinvolgendoti e trascinandoti tra le stradine del Galles insieme a quella mandria di ragazzini che sono i protagonisti del romanzo. Alla fantasia dell'autore nel descrivere luoghi e personaggi si aggiungono poi le foto d'epoca in bianco e nero che ritraggono i bambini, che riescono a coinvolgerti ancora di più nella narrazione.

Mi sono piaciuti molto i protagonisti, ognuno singolare e diverso dagli altri. A partire da Jacob, eroe "caduto" già dai primi capitoli, andremo a conoscere tutta una serie di personaggi, con i loro pregi e i loro difetti. Attraverso di loro, l'autore ci presenta temi come l'indifferenza, il lutto e la malattia mentale, temi importanti che Ransom Riggs nasconde tra i racconti di magia e mistero. Importanti sono anche le dinamiche famigliari e il senso di colpa di Jacob, che sono in primo piano per tutto il romanzo.

Non mi è piaciuto molto il personaggio di Emma e la sottotrama romantica che secondo me è stata un po' forzata nella narrazione. Tra l'altro, va anche a creare uno strano triangolo amoroso che sicuramente avremmo potuto evitare. Ma credo sia l'unico difetto che posso trovare a questo romanzo, una lettura gradevole e veloce nonostante le quasi 400 pagine, che ha uno stile piacevole e una traduzione che fila liscia come l'olio.

È un libro che riesce a farti immedesimare completamente in un'atmosfera dalle sfumature gotiche e al tempo stesso ti trascina in un assolato Galles degli anni '40 dove la guerra ancora non è arrivata ma dove la magia e il mistero regnano sovrani.

"Anche le stelle viaggiavano nel tempo. Quanti di quegli antichi puntini di luce erano gli ultimi echi di soli ormai spenti? Quante erano già nate, ma la loro luce non era ancora arrivata fino a me? Se ogni sole tranne il nostro fosse collassato quella notte, quante vite ci avremmo messo a capire di essere rimasti soli? Avevo sempre saputo che il cielo era pieno di misteri, ma soltanto ora avevo la consapevolezza di quanti ne conteneva la terra"

#1 La casa per bambini speciali di Miss Peregrine (Rizzoli, 2011)
#2 Hollow City (Rizzoli, 2016)
#3 Library of Souls (Inedito, US 2015)


Non vedo l'ora di iniziare il secondo volume, uscito a giugno, e sapere come andrà avanti la storia!
Avete letto questo libro? Vi ho incuriosito? Fatemi sapere cosa ne pensate lasciando un commento!

1 commento:

  1. Wowwww una recensione bellissima che mi fa desiderare di iniziare subito a leggere questo libro! ❤️_❤️

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...