mercoledì 6 luglio 2016

Tag: Game of Thrones BookTag

Buon pomeriggio, lettori!

Come procedono le vostre letture? Le mie arrancano, purtroppo. So che in teoria dovrei postare per la rubrica WWW Wednesday, ma avrebbe poco senso farlo. Vi lascio quindi con un simpatico BookTag su Game of Thrones che ho trovato nel blog Sotto I Fiori di Ciliegio!

Prendetelo e fatene buon uso! Linkatemi ai vostri post, sono curiosa di vedere quali libri avete associato alle casate!


1. Stark. L'inverno sta arrivando.
Un libro che hai atteso con ansia.


Sorpresa, sorpresa? Ebbene sì, è The Raven King, ultimo capitolo della saga The Raven Cycle di Maggie Stiefvater, di cui potete trovare la recensione qui. Fortunatamente ho letto tutta la serie nei mesi precedenti all'uscita di questo quarto volume, perchè smaniavo all'idea di leggerlo. Ho iniziato questo libro genuinamente preoccupata per Gansey e per Adam, ma ho finito per amare ogni singola cosa di questo libro. E finalmente Adam è felice e io posso andare avanti con la mia vita.






2. Targaryen. Fuoco e sangue.
Un libro pieno di morti.



Come non citare Stephen King? La scelta è stata difficile ma alla fine sono ricaduta su Cell, uno dei miei primi libri di King. È la storia di un'apocalisse zombie, la storia di un mondo in cui, improvvisamente, tutti sono controllati dai propri cellulari. Ed è la storia di un padre che cova ancora la speranza di ritrovare il figlio in vita.
Nonostante l'abbia letto una decina di anni fa (oddio, la vecchiaia), questo è un libro mi è rimasto ancora molto impresso. Non vedo l'ora di guardare il film (qui il trailer) che uscirà questo mese! E ci sarà anche Samuel L. Jackson! Manco a dirlo, ho grandi aspettative che spero non vadano deluse.




3. Lannister. Udite il mio ruggito.
Un libro di cui tutti parlano e che alla fine hai acquistato.



Ho letto tipo 5 recensioni di Shatter Me di Tahereh Mafi nell'ultima settimana, e dato che è anche il libro del mese per la Lega dei Lettori 2.0, ho finito per comprarlo. La trama promette bene e la copertina è bellissima: insomma, ho le aspettative alle stelle.
Non l'ho ancora iniziato, ma è una questione di ore.










4. Tyrell. Crescete forti.
Un libro che all'inizio non ti convinceva più di tanto ma che andando avanti ti ha sempre più intrigato.



Monotona? Chi, io? Suvvia, non scherziamo.
Mi trovo costretta a nominare nuovamente The Raven Boys, di Maggie Stiefvater, di cui potete trovare la recensione qui. Il primo capitolo della saga The Raven Cycle si è rivelato un parto, per me. Tra lo scambio di POV della narrazione, l'inutilità apparente di Blue e le promesse di un terribile triangolo amoroso, mi ci è voluta molta forza di volontà per finire di leggerlo. Per fortuna l'ho continuato e questa è poi finita per diventare una delle mie serie preferite.





5. Martell. Mai inchinati, mai piegati, mai spezzati. 
Un libro che nonostante sia molto criticato tu continui ad amare.



Molti hanno preferito il film rispetto al libro, ma a me piace fare la differenza (?). Maze Runner di James Dashner mi è piaciuto molto, mentre il film non sono riuscita proprio ad apprezzarlo.










6. Baratheon. Nostra è la furia.
Un libro pieno di colpi di scena inaspettati.



Non posso non mettere Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco  di George R.R. Martin. Nominare Il trono di Spade in un book tag sul Trono di Spade è considerato barare? Beh, non trovo un libro più appropriato, però. In questa serie non ci si può affezionare a nessuno, tutti possono morire, anche i protagonisti. E poi, dopo questo finale di stagione, non potevo non nominare ASOIAF.







7. Arryn. In alto come l'onore.
Un libro che occupa un posto speciale nella tua libreria.



Si dice che siano i libri che si leggono durante l'infanzia quelli che ti segnano più profondamente. Io non ho paura di Niccolò Ammaniti l'ho letto e riletto nel corso degli anni ed è uno dei miei libri preferiti. È nella libreria sopra il mio letto, insieme agli altri libri da cui non mi dispiacerebbe troppo essere schiacciata in caso di terremoto.








8. Bolton. Le nostre lame sono affilate.
Un libro con un protagonista che uccide senza esitare.



Un libro incalzante e appassionante, non posso non nominare Sweeney Todd. Ho letto il libro dopo aver visto il film di Tim Burton (trailer) e non sapevo cosa aspettarmi, sinceramente. Invece l'ho adorato e vi ho ritrovato dentro un po' di Mary Shelley e Bram Stoker.









9. Tully. Famiglia, dovere, onore.
Un libro il cui protagonista è fedele ai suoi principi.



Cito un altro libro di Stephen King, stavolta Dolores Claiborne. È uno dei miei libri preferiti di King e Dolores è uno dei miei personaggi preferiti di sempre. È la storia di una madre di famiglia che ha sacrificato tutto nella propria vita per dare un futuro decente ai propri figli. È un libro pieno di colpi di scena e mai banale, ve lo consiglio.








10. Greyjoy. Noi non seminiamo.
Un libro che non ti ha lasciato nulla.



Momento per la unpopular opinion del giorno: cito Kafka sulla Spiaggia di Haruki Murakami. Oh, lo so, l'ho detto e ridetto, ma a me Murakami non piace. Ho faticato moltissimo a finire Kafka sulla spiaggia e proprio non mi ha lasciato nulla. Sinceramente non mi ricordo neanche come finisce.



1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...