#5CoseChe - Cinque libri che mi fanno pensare all'estate

Buon pomeriggio, lettori!

Come è iniziato il vostro luglio? Nuove letture da ombrellone o riletture? Personalmente, io mi sono svegliata con la voglia di rileggere la Medea di Seneca, il che stronca già sul nascere il mio proposito di iniziare Shatter Me come prima cosa questo mese. Chi mi conosce lo sa, la coerenza non è mai stato il mio forte.

Come ogni venerdì, rieccomi qua con la rubrica #5CoseChe! Devo dire che il tema di questa settimana mi ha dato un po' da pensare, apparentemente tutti i libri che possiedo sono ambientati o in inverno o in atmosfere troppo cupe per ricordarmi l'estate!

Quali sono i libri che vi fanno pensare all'estate? Fatemi sapere lasciando un commento!

cinque libri che mi fanno pensare all'estate

#5CoseChe è una rubrica settimanale ideata dal blog Twins Books Lovers, che propone una lista di cinque cose, che siano libri, film, serie tv ecc.


La rubrica #5CoseChe di questo venerdì tratta di libri che più ci fanno pensare all'estate. Io ho pensato di presentarvi cinque dei libri che mi hanno accompagnato in vacanza al mare durante tutti questi anni da lettrice incallita, da quando ero piccina picciò fino all'ultima vacanza fatta con i miei genitori.

1. Cipì, di Mario Lodi


È tipo il terzo post in cui tiro in ballo Cipì, ma sono affezionatissima a questo libro, uno dei primi che io abbia mai letto. Era il mio compito per le vacanze estive della prima elementare e mi ha accompagnato nella Maremma laziale con i miei nonni per i mesi estivi.

2. Principessa Laurentina, di Bianca Pitzorno

Altro anno in Maremma, altra lettura. Forse, con il senno di poi, era un pelino troppo traumatico per una bambina, ma dopo quattro riletture avevo superato il trauma dell'incidente aereo e l'immagine della madre della protagonista bruciata viva. Mi ricordo che avevo letto la parte in questione a mio nonno e lui mi aveva risposto che almeno era morta sul colpo, ah, il tatto. È un'immagine che mi torna spesso in mente durante il decollo, ma evitiamo di pensarci. Traumi infantili a parte, è veramente un bel libro, credo che sia un testo molto importante per i lettori più piccoli! È un libro che parla di cambiamento, del conflitto genitori-figli e di famiglia, di un amore sul quale, in un mondo ideale, possiamo sempre contare.

3. Sonata per Louise e violino, di Tristane Egolf


Un libro che in realtà non mi ha entusiasmato troppo, perchè forse ero troppo piccola per capirlo. Ho molti libri che ho letto in un momento sbagliato, molte cose che sono sfuggite all'occhio di una preadolescente. Sono sicura che se lo rileggessi mi piacerebbe molto, così come altri. È la storia di Chuck, un giovane violinista, dei suoi compagni di sventura e soprattutto di Louise, un'esperta d'arte francese. Sonata per Louise e violino mi ha accompagnato in vacanza in Trentino con i miei genitori, in un albergo in cui abitavano i ragni decisamente troppo grandi per non essere frutto di un esperimento nucleare andato male.

4. E poi siamo arrivati alla fine, di Joshua Ferris


Questa è già una lettura più recente, forse di un sei anni fa? Recente per modo di dire, insomma. È un libro che mi è piaciuto molto, nonostante la narrazione alla prima persona plurale che mi aveva lasciata basita all'inizio. È la storia di un ufficio, di un gruppo di pubblicitari e delle loro vicende, delle loro vite e dei loro intrighi. E, manco a dirlo, dopo averlo finito di leggere ero convintissima che avrei fatto la pubblicitaria, da grande.
Questo libro mi ha accompagnato sulle spiagge della Calabria e nelle sei ore di macchina del ritorno a casa. Ci sono ancora granelli di sabbia dentro, il che è tutto dire.

5. Cuori in Atlantide, di Stephen King



Uno dei miei libri preferiti di Stephen King, è un romanzo sull'impatto della guerra del Vietnam sulla società americana. Sono più racconti collegati tra di loro grazie alla figura di Bobby, che vediamo undicenne nel primo racconto e lasciamo sulla cinquantina alla fine del libro. Il mio racconto preferito è Perchè siamo finiti in Vietnam, che mi ha lasciato un po' con il magone.
Questo libro mi ha accompagnato nel Salento con i miei genitori, con mia mamma che ancora si chiede se poi riesco a dormire dopo aver letto Stephen King.

11 commenti:

  1. Non ho sentito parlare di nessun libro fra quelli citati, ma alcuni mi hanno incuriosita moltissimo! In particolare "E poi siamo arrivati alla fine" e "Sonata per Louise e violino". Li aggiungo alla mia WS ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Te li consiglio, soprattutto il primo mi è piaciuto molto!

      Elimina
  2. Ciao Giulia!! Mi incuriosiscono praticamente tutti i titoli che hai scelto!! Cipì me lo ricordo nel libro delle elementari, era tenerissimo!!!
    Anche io nelle mie #5coseche ho messo un libro di Stephen King, Duma Key. Cuori in Atlantide ancora non l'ho letto ma spero di recuperare pian piano tutti i libri di King!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Non ho ancora letto Duma Key, ma è nella mia TBR da eoni ormai!

      Elimina
  3. Ciao!! Non ho letto nessuno di questi libri ma sembrano tutti veramente molto interessanti, specialmente E poi siamo arrivati alla fine!
    Ottima l'idea dell'abbinamento libro-vacanza estiva, un viaggio nei ricordi!

    RispondiElimina
  4. Oh non ho mai sentito nominare questi libri. Di Mario Lodi a scuola ho letto Il permesso

    RispondiElimina
  5. "Cipí"!! Lo avevo letto anch'io alle elementari e ricordo di averlo adorato, ma a parte questo non ricordo altro! Dovrei riprenderlo, sono curiosa di riscoprirlo.

    RispondiElimina
  6. Ciao!
    Confesso di non conoscere questi libri :-(

    RispondiElimina
  7. "Cipí"!! Lo avevo letto anch'io alle elementari e ricordo di averlo adorato, ma a parte questo non ricordo altro! Dovrei riprenderlo, sono curiosa di riscoprirlo.

    RispondiElimina
  8. Ammazza a parte Cuori in Atlantide non conosco neanche un libro di quelli che hai menzionato...ora mi vado a leggere un po' le trame :-)

    RispondiElimina
  9. Davvero delle scelte interessanti! Cuori in Atlantide è stupendo, mi sta venendo voglia di rileggerlo! :D

    RispondiElimina