venerdì 29 luglio 2016

#5CoseChe - Cinque classici da leggere

Buon pomeriggio, lettori!

Siete pronti al weekend? Un'altra settimana giunge al termine e come sempre (?) eccomi qua con la rubrica #5CoseChe. Come avrete intuito dal titolo, il tema di questa settimana sono i classici. Tristemente, avete a che fare con una che ha un diploma classico, quindi sedetevi e iniziate a preoccuparvi.

cinque classici da leggere

#5CoseChe è una rubrica settimanale ideata dal blog Twins Books Lovers, che propone una lista di cinque cose, che siano libri, film, serie tv ecc.


1. La Divina Commedia, Dante
Scusate, ma non posso non citare Dante. Ho sempre avuto un rapporto d'amore-odio con quest'uomo, sempre tra il oh-mio-dio-amo-la-divina-commedia e il professoressa-la-prego-no. Ironia della sorte, è stata l'unica cosa che non avevo ripassato per la maturità ed è stato l'unico argomento di letteratura che mi è stato chiesto. Avrei voluto gettarmi di sotto. La cantica dell'Inferno è la mia preferita e la selva dei suicidi ha un posto speciale nel mio cuore.




2. Iliade, Omero
Scusate di nuovo, ma pure Omero deve esserci. Mi piace troppo la letteratura epica e la mitologia classica, quindi per me Iliade, Odissea e Eneide sono state un po' come il vangelo. Sono stata indecisa fino alla fine se mettere l'Iliade o l'Odissea, ma alla fine ho amato Troia troppo per scegliere l'Odissea. Anche se Elena mi sta un po' sul culo.






3. Il sentiero dei nidi di ragno, Italo Calvino
Calvino non è tra i miei autori preferiti e avrei preferito mangiare broccoli per un mese piuttosto che leggere Marcovaldo, ma questo libro mi è piaciuto veramente molto. Sarà anche che la letteratura di partigiani e dopoguerra mi piace molto (non cito Fenoglio e il suo Partigiano Johnny perchè sennò non ne usciamo più!) ma credo che questo sia veramente un must-read, molto più di Marcovaldo.





4. Il gattopardo, Tomasi di Lampedusa
In tutta sincerità, non è un classico che mi ha fatto impazzire, ma non me la sentivo di escluderlo da questa lista. Sarà che ogni volta che penso a Calvino e al suo "un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire" mi viene in mente Il Gattopardo. E di conseguenza mi viene in mente il "Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi" di Tancredi. In sostanza, spendo più tempo a pensare al Gattopardo di quello che credo sia socialmente accettabile, soprattutto per una persona a cui questo libro non piace troppo.





5. Il fu Mattia Pascal, Luigi Pirandello
Last but not least, Pirandello. Ammetto di essere arrivata ai 18 senza aver letto niente di suo, poi sono andata a teatro a vedere Così è se vi pare e il giorno dopo sono tornata a casa con Il fu. Forse è uno dei classici che ho dovuto leggere per scuola che mi è piaciuto di più (e mi ha fatto esclamare "Maledetto sia Copernico!" per settimane)







Avrei voluto citarne almeno un'altra decina, dato che ho ignorato tutta la letteratura ottocentesca straniera (me misera, me tapina!), per non parlare di quella del Novecento. Vabbè, mi rifarò in un'altra occasione!

Quali sono i vostri classici preferiti? Fatemi sapere in un commento!

8 commenti:

  1. E' vero, come non citare il nostro Dante!! Anche io ho durante gli anni del liceo l'ho odiato a causa della professoressa di letteratura! Mi dico sempre di riprenderlo in mano e spero prima o poi di farlo sul serio!
    Dato che sto cercando il romanzo giusto per avvicinarmi a Calvino penso proprio che prenderò in considerazione il libro che hai citato! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sentiero dei nidi di ragno è un buon libro per avvicinarsi a Calvino! Fammi sapere cosa ne pensi :)

      Elimina
  2. Dei classici veramente classici! AHAH
    Non ho letto gli ultimi tre libri che hai citato. Ma Dante non poteva che avere "il primo posto"! Io sono un'amante di ogni sua opera e la Divina Commedia è.. a dir poco Divina! La amo! L'inferno è il decisamente il mio preferito! **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, sono andata molto sul classico ahah

      Elimina
  3. Le tue scelte sono più che giuste! Ma per il fatto che gli insegnanti mi hanno fatto detestare La Divina Commedia, Iliade, Odissea, Il sentiero dei nidi di ragno, e ci aggiungo pure I Promessi Sposi, ho escluso tutte queste opere! Ho avuto sfortuna con i professori che mi son ritrovata... stendiamo un velo pietoso! Sono però intenzionata a riprendere tutti questi libri in futuro.
    Uno dei primi sarà "Il fu Matia Pascal", perché sono anni che lo voglio leggere!

    RispondiElimina
  4. A parte Pirandello, gli altri classici che consigli li ho letti anche io, yuppie!!!
    L'Iliade l'avrei messa anche io nella mia cinquina, e avrei aggiunto anche Le metamorfosi di Ovidio e L'asino d'oro di Apuleio (e Seneca! E Lucano!). Ho fatto lo scientifico ma la letteratura latina la amo tantissimo, mentre in matematica ho sempre avuto problemi, sigh!!

    RispondiElimina
  5. Volevo inserire anche io tra i cinque L'inferno di Dante! Il Gattopardo non l'ho letto, ma ricordo il film!

    RispondiElimina
  6. Sono strafelice che anche tu abbia inserito l'Iliade! E concordo su Elena. :D Il Gattopardo è uno di quei libri che vorrei leggere da secoli ma ancora non ci sno riuscita e di Calvino non ho mai letto niente: sono due lacune che spero di colmare prima o poi!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...