mercoledì 1 giugno 2016

WWW Wednesday #5

Buonasera lettori e benvenuti all’appuntamento settimanale con WWW Wednesday! Che emozione, è la prima volta che aggiorno questa rubrica per due settimane di fila! Ora mi commuovo, sniff.

Continuo a sostenere che la sessione d'esami mi rende più produttiva, sarà la totale assenza di voglia di studiare? Ho un esame di sociologia venerdì e vorrei buttarmi da un ponte, quindi tutto nella regola.

Come procedono le vostre letture? Fatemi sapere lasciando un commento!

WWW Wednesday è una rubrica del mercoledì nata sul blog Should Be Reading e che vuole riportare le nostre letture, presenti e future.

La settimana scorsa non è stata molto produttiva in realtà. Ho avuto un momento di stallo dovuto all'amarezza e al disappunto per la relazione di due personaggi (perchè se uno dei miei personaggi preferiti si indigna, mi indigno anche io). Non ha aiutato neanche il fatto che ho avuto un esame infinito (da giovedì a lunedì!) e ne ho due nei prossimi giorni. Io mi porterei pure da leggere mentre faccio la fila per l'orale, ma poi metti caso che non mi accorgo che è arrivato il mio turno?



Sto leggendo Half Wild, di Sally Green, il secondo volume della trilogia Half Life, edito da Rizzoli. Non ho ancora un personaggio preferito (mento, amo Marcus), anche se Gabriel sta prendendo punti a suo favore. La trama ha finalmente un senso e, anche se affogherei Annalise, anche questo secondo volume mi sta piacendo molto! Ovviamente ho una OTP anche in questa saga e la mia coinquilina afferma che qualsiasi cosa io tocchi, diventi gay. Giuro che non lo faccio di proposito.


Titolo: Half Wild
Autore: Sally Green
Anno: 2015
Editore: Rizzoli

Il mondo sta cambiando. I capi degli Incanti Bianchi mirano a sterminare i Neri. Per contrastarli nasce un'Alleanza in cui Neri, Bianchi e Mezzo Sangue combattono fianco a fianco. Nathan viene invitato a farne parte, ma prima deve ritrovare Annalise che è prigioniera, perché liberarla gli sta più a cuore di tutto il resto. Annalise, il grande amore di Nathan, appartiene a una famiglia di Bianchi che lo odia. Nathan è convinto di potersi fidare di lei, ma ha ragione di farlo, oppure dovrebbe ascoltare i dubbi dell'amico Gabriel? Conteso tra Annalise e Gabriel, Nathan lo è anche tra la sua natura bianca e quella nera, tra il desiderio di vedere Marcus, suo padre, e il timore. L'Alleanza sarà il pretesto per ritrovare il suo temibile genitore. Scoprire quell'uomo che nella sua vita è sempre stato assente sarà la grande sfida personale di Nathan. 






Avete presente quel meme I don't like, I obsess? Ecco, mi sento un po' così nel dire che ho finito di leggere da poco Half Bad, di Sally Green. L’inizio è stato un po’ lento, perché è scritto in seconda persona e ho fatto un po’ fatica ad abituarmi. Poi quando la narrazione è tornata in prima persona, la lettura è diventata molto più scorrevole e ho finito il libro in una manciata di giorni. Devo dire che la trama mi ha appassionato molto ma l’intreccio ha iniziato ad avere senso solo verso la fine e sono arrivata all’ultimo capitolo senza convinta che ce ne sarebbe stato un altro, e invece ho incontrato i ringraziamenti. Ah, gli ebook. Quindi potete benissimo capirmi quando vi dico che non ho aspettato neanche un’ora prima di buttarmi a capofitto nel secondo volume della trilogia.


Titolo: Half Bad
Autore: Sally Green
Anno: 2014
Editore: Rizzoli

La magia esiste, ed è spaccata da una guerra millenaria. Appartenere a un fronte definisce il ruolo di ciascuno nel mondo, garantisce compagni e alleanze; ma soprattutto decide chi sono i nemici, che vanno giustiziati senza rimorso. Nathan vive in una zona grigia: figlio di una maga Bianca e dell'Oscuro più terribile mai esistito, cresce nella famiglia materna, evitato da tutti, vessato dalla sorellastra, perseguitato dal Concilio che non si fida di lui e anno dopo anno ne limita la libertà, fino a rinchiuderlo in una gabbia. La stessa guerra che divide il mondo della magia si combatte nel cuore di Nathan, in perenne bilico tra le due facce della sua anima, che davanti alla dolcezza di Annalise vorrebbe essere tutta Bianca, e invece per reagire alle angherie si fa pericolosamente Nera. Ma è difficile restare aggrappato alla tua metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso.




Sto cercando di non essere banale. Spero che riusciate a percepire lo sforzo immane che necessita il dire che la mia prossima lettura non sarà Half Lost. Ebbene sì, non lo sarà. Forse. Credo. Oddio, non prometto nulla, tutto dipende da come finirà Half Wild.
Avevo già inserito nella mia TBR nel wrap-up di maggio Ti darò il sole di Jandy Nelson, di cui ho letto molte cose belle e che mi incuriosisce molto. Sono figlia unica e il rapporto tra fratelli è qualcosa che mi è mancato molto crescendo, e forse è per questo che mi affascina molto. In qualunque caso, questo libro mi incuriosisce molto e promette bene già dalla copertina!


Titolo:Ti darò il sole
Autore: Jandy Nelson
Anno: 2016
Editore: Rizzoli

Solo un paio d’ore dividono Noah da Jude, ma a guardarli non si direbbe nemmeno che sono fratelli: se Noah è la luna, solitaria e piena di incanto, Jude è il sole, sfrontata e a proprio agio con tutti. Eppure i due gemelli sono legatissimi, quasi avessero un’anima sola. A tredici anni, su insistenza dell’adorata madre stanno per iscriversi a una prestigiosa accademia d’arte. Tecnicamente è Noah ad avere il posto in tasca – è lui quello pieno di talento, il rivoluzionario, l’unico che nella testa ha un intero museo invisibile – e invece in un salto temporale di tre anni scopriamo che è Jude ad avercela fatta, ma anche che i due fratelli non si parlano più, che Noah ha smesso di dipingere, che si è normalizzato, e che Jude si è ritirata dal mondo che tanto le calzava a pennello. Cos’ha potuto scuotere il loro legame così nel profondo?In un racconto a due voci e a due tempi, Noah e Jude ci precipitano tra i segreti e le crepe che inevitabilmente si aprono affacciandosi all’età adulta, ma anche nelle coincidenze che li risospingono vicini, laddove, forse, il mondo può ancora essere ricucito.

1 commento:

  1. Questi sono tre libri che ho adorato! *_* Di Half Bad me ne sono follemente innamorata (e la colpa è anche della narrazione in seconda persona... è una scelta un po' "pericolosa" ma in questo caso l'ho veramente apprezzata :) ), mentre Half Wild mi è piaciuto molto, anche se meno del primo. E il libro della Nelson è stata una delle mie migliori letture dell'anno scorso :) Spero che ti piaccia! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...