GLBT Book Month - Giugno il mese dedicato alla letteratura LGBT

Buonasera lettori!

Come procede la settimana? Io ho passato la giornata a studiare (tanto per cambiare) e l’ultima mezz’ora ad aggiungere libri sul mio carrello di Amazon. Quando sono andata a fare il check out mi sono resa conto che ero arrivata a 40 dollari di spese di spedizioni e ho chiuso tutto.

Stasera volevo parlarvi di un’iniziativa americana che ho scoperto grazie al blog The Road Of Hell is Paved With Books. La America Library Association ha nominato il mese di giugno come il mese dedicato alla letteratura LGBT, con l’obiettivo di far conoscere autori e titoli che trattano di temi LGBT. Se volete farvi un’idea, qui il sito ufficiale, mentre qui trovate una lista di titoli Young Adult e qui di Adult.


Anche io nel mio piccolo, e dall’altra parte dell’oceano, voglio partecipare e vorrei presentarvi alcuni titoli che ho letto (o che ho adocchiato e che molto probabilmente leggerò nel giro dei prossimi 10 giorni). Giuro che non ritirerò fuori Aristotele e Dante, cross my heart and hope to die.

Per questo mese vorrei leggere Pomodori Verdi Fritti di Fannie Flagg e Sei come Sei di Melania Mazzucco, ma sono realistica e sono troppo lunghi da leggere in un mese come giugno. Quindi questi sono i tre YA che penso di leggere (e recensire, se le stelle si allineano) per questo mese LGBT!


Cosa ne pensate di questa iniziativa? Avete qualche libro da consigliarmi? Fatemi sapere lasciando un commento!

4 commenti:

  1. Ciao, nuova iscritta! L'iniziativa è davvero carina ma, ammetto la mia ignoranza, non mi vengono in mente titoli di libri sul tema, solo qualche film (shame on me!)xD Comunque poi facci sapere se sono bei libri, che vista la tematica un pensierino su ce lo farei anche:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Già, i film LGBT sono sicuramente più popolari dei libri! Ho già finito "Know Not Why" e metterò su la recensione a breve :)

      Elimina
  2. Pomodori verdi fritti prima o poi spero di leggerlo, anche se con la dovuta calma :) mentre More happy than not è in wish list e prima o poi spero di riuscire a metterci le mani sopra :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora non ho letto More Happy Than Not, però sembra davvero molto bello (e tragico). Ho letto alcuni commenti su GoodReads in cui si diceva di preparare i fazzolettini, e non credo di essere emotivamente pronta D:

      Elimina